LUPUSAGNUS nasce da un’idea del regista Stefano de Luca, insieme a Tommaso Banfi, Marta Comerio, Sergio Leone, Annamaria Rossano, Giorgia Senesi, e al drammaturgo Aquilino.


LUPUSAGNUS è una parola formata da due parole latine: "lupus" e "agnus". Lupo e agnello. Si ispira alla famosa favola di Fedro: Superior stabat lupus, longeque inferior agnus… Vittima e Carnefice. Bianco e nero: due opposti che si attraggono, si specchiano l’uno nell’altro.


LUPUSAGNUS propone testi con tematiche di forte impatto sociale. La violenza in tutte le sue forme, sulle donne, sui bambini, nella società, in famiglia. L’odioso ululato del forte che schiaccia il più debole, semplicemente in virtù del suo potere.


LUPUSAGNUS è una compagnia teatrale con un autore di riferimento. Desidera recuperare l’antico e fondamentale rapporto tra autore e esecutori del testo. Crede che la prova del palcoscenico sia l’unica esperienza capace di formare e affinare un autore di teatro.


LUPUSAGNUS sceglie il lavoro dell’attore come fondamento dell'esperienza chiamata teatro. Sceglie inoltre l'utilizzo di requisiti tecnici minimi cercando nella semplicità della messinscena un nuovo e fresco potenziale creativo.


LUPUSAGNUS mette al centro del suo lavoro l'approfondimento del rapporto con il pubblico, realizzato attraverso laboratori, incontri, dibattiti.

 
©lupusagnus